mar 092017
 
mensa-scolastica-Large

Dal 20 febbraio sono entrati in vigore i menù relativi alla nuova assegnazione del servizio di ristorazione scolastica recentemente iniziato. Perché questa fase di avvio costituisca un momento di confronto con le famiglie, si ritiene necessario un incontro che si terrà martedì 14 marzo alle ore 15.30 alla scuola “De Amicis”, in via XXV Aprile.

Sarà l’occasione per un ascolto attento alle sollecitazioni delle famiglie in una prospettiva di miglioramento del servizio.

All’incontro saranno presenti: l’assessore alla Scuola, Maria Pia Bariggi, la responsabile del Servizio Istruzione del Comune di Fidenza, Isabella Onesti, il nutrizionista del Sian, dott. Nicola Bolsi, e la referente di Camst, Sabrina Giacobbe.

FacebookTwitterGoogle+Condividi
set 062016
 
Stacks of books

Fino al 30 settembre i genitori degli alunni frequentanti la scuola secondaria di primo e secondo grado possono presentare la richiesta di contributo per l’acquisto dei libri di testo per l’anno anno scolastico 2016-2017.

La domanda dovrà essere effettuata esclusivamente ON LINE dal 1° settembre al 30 settembre da uno dei genitori o da chi rappresenta il minore o dallo studente stesso, se maggiorenne, utilizzando l’applicativo predisposto da ER.GO – Regione Emilia Romagna e reso disponibile all’indirizzo internet: https://scuola.er-go.it.

Hanno diritto al contributo gli alunni con un nucleo familiare dalla soglia ISEE inferiore o uguale a 10.632,94 euro attestato da certificazione ISEE in corso di validità (rilasciata dopo il 15/1/2016)

Per ottenere il rimborso è indispensabile conservare gli scontrini o le ricevute/fatture di pagamento dei libri di testo (per la durata di 5 anni dalla data dell’erogazione dei contributo) che potranno essere richiesti per l’effettuazione degli opportuni controlli da parte del Comune.

Per informazioni di carattere generale http://scuola.regione.emilia-romagna.it/notizie-in-evidenza/contributi-libri-di-testo-scuole-secondarie-di-i-e-ii-grado-a-s-2016-17.

Può, inoltre, essere contattato il numero verde istituito dalla Regione Emilia-Romagna: 800955157 (dal lunedì’ al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 e lunedì e giovedì dalle 14,30 alle 16,30) – email: formaz@regione.emilia-romagna.it

Per assistenza tecnica all’uso dell’applicativo: help desk tecnico di ER.GO: 051/0510168 (martedì e mercoledì dalle 10,00 alle 13,00 e il giovedì dalle 14,30 alle 16,30) – email: dirittostudioscuole@er-go.it

apr 212016
 
9a841792-6cd4-4f4e-ad0b-6ac8749e8490

“Un’altra bellissima notizia per Fidenza e il nostro Piano Scuola: il Ministero dell’Ambiente ci ha concesso un finanziamento di 435.000 euro, il massimo ammissibile, per un grande intervento di riqualificazione energetica sulla scuola Zani”.

Il Sindaco Andrea Massari parla “di un risultato straordinario perché sono soltanto 22 i Comuni in tutt’Italia che in questa fase potranno accedere alle risorse stanziate ad hoc dal Governo con un decreto che ha l’obiettivo di contrastare i cambiamenti climatici, così come previsto dal Protocollo di Kyoto”. Protocollo che detta l’agenda di un grande impegno internazionale per la riduzione dei livelli di emissione dei gas serra e l’aumento del loro assorbimento, mettendo al centro diverse azioni, a cominciare dalla lotta contro lo spreco di energia.

“I numeri come sempre sono importanti – osserva il Sindaco –: oltre a questi soldi, dal Governo erano arrivati un mese fa 935.000 euro per interventi antisismici alla scuola Collodi, la scorsa estate abbiamo investito 300.000 euro su 9 plessi, dei quali 100.000 erano stati finanziati dal decreto del Governo sulla Buona Scuola e altre risorse importanti erano arrivate dalla Fondazione Cariparma, che voglio sempre ringraziare per la sua vicinanza fondamentale. Il totale del Piano Scuole comunale fin qui segna 1.670.000 euro e significa tre cose: a Roma sappiamo portare progetti importanti, c’è un Governo che finalmente interviene e Fidenza sta sviluppando una stagione di investimenti pubblici che non ha molti eguali in questo periodo di crisi”.

gen 202016
 
scuola infanzia

Si apriranno il 22 gennaio le iscrizioni alle scuole dell’infanzia pubbliche e paritarie.

Le domande, compilate sugli appositi moduli scaricabili dal sito del Comune di Fidenza (nella sezione “Pubblica istruzione”, nella pagina “Iscrizioni alla scuola dell’infanzia”) andranno presentate entro il 22 febbraio.

L’assegnazione alle scuole avverrà non secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande ma secondo i criteri stabiliti nel bando unificato condiviso da tutte le scuole del territorio, anch’esso scaricabile dal sito istituzionale, e in base ai posti disponibili in ogni plesso, nel limite del 30% di presenze di alunni stranieri stabilito dal Miur.

La modulistica, una volta compilata e sottoscritta, andrà consegnata alla segreteria della scuola individuata come prima scelta (all’Ufficio segreteria della Direzione didattica di Fidenza, presso la scuola De Amicis, per le scuole dell’infanzia statali; alle singole scuole per le scuole dell’infanzia private paritarie).
Sul modulo di iscrizione sarà possibile esprimere fino a tre scelte tra categorie di scuola (pubblica – privata paritaria).

Dopo che ogni scuola avrà assegnato i propri posti disponibili ai richiedenti, secondo l’ordine di preferenze indicato dalle famiglie, l’elenco delle domande non accolte sarà trasmesso al Servizio Istruzione del Comune, che compilerà un’unica lista d’attesa, applicando i criteri condivisi da tutte le scuole.

Ogni qualvolta le scuole comunicheranno trasferimenti o rinunce di alunni già ammessi, il Servizio Istruzione attingerà dalla suddetta lista secondo l’ordine dei bambini e le preferenze espresse dai richiedenti.

Novità di quest’anno, tra i criteri per l’accesso, è l’assegnazione di un punteggio anche per il lavoro part time, nell’ottica di un sempre maggior riconoscimento da parte dell’Amministrazione della varietà e complessità delle situazioni lavorative delle famiglie, e delle donne in particolare, sempre più coinvolte nella delicata conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.

mag 112015
 
comunidad san jose de apartado

E’ un messaggio di pace e solidarietà quello inviato stamani dai ragazzi della scuola media “Zani” alla Comunità di pace di San José de Apartadó in Colombia, sostenuta dalla sezione fidentina di Amnesty International e “gemellata” idealmente con Fidenza, che ha conferito la cittadinanza onoraria a Jesus Emilio Tuberquia, rappresentante legale della Comunità di pace.

Gli alunni delle classi 2A, 2C e 3E della “Zani” – accompagnati dalle professoresse Mara Dallospedale, Claudia Bertuzzi e Luciana Lanzi – si sono riuniti in piazza Garibaldi con Amnesty International per un momento di riflessione sul significato e sul valore del progetto della Comunità di pace di San José de Apartadó, che per sottrarsi alla violenza della guerriglia, dell’esercito e dei gruppi paramilitari e come rifiuto alle logiche degli interessi economici e della droga ha deciso di essere neutrale e di puntare sulla nonviolenza e sull’economia sostenibile. La Comunità rifiuta le armi, non appoggia nessuna delle parti in conflitto, non coltiva cocaina, vive perseguendo libertà, democrazia, giustizia, nonviolenza attiva, pace e impegno sociale. Tutto ciò ne fa una realtà che non solo va difesa dagli attacchi dell’esercito colombiano, dei paramilitari e dei guerriglieri, che non vogliono accettare la loro neutralità, ma deve essere presa come modello di nonviolenza attiva.

La Comunità di pace di San José de Apartadó, non potendo contare sulla giustizia nazionale, ha chiesto appoggio alle organizzazioni internazionali: mantenere alta l’attenzione su di loro significa garantire la sopravvivenza dei campesinos.

I ragazzi, che hanno già seguito un percorso didattico realizzato da Nelly Bocchi e da Marco Gaibazzi, hanno posato per delle foto componendo la scritta “Paz” (pace) con i colori della bandiera colombiana: giallo, azzurro e rosso. La foto sarà spedita alla Comunità di pace in Colombia.

Gli alunni hanno poi firmato un cartellone di benvenuto che sarà appeso per accogliere un rappresentante della Comunità di pace che verrà a Fidenza in giugno e un cartellone di solidarietà alla Comunità che è stato appeso al balcone del Municipio.
Il sindaco Andrea Massari e il vicesindaco Alessia Gruzza si sono uniti ai ragazzi per testimoniare la vicinanza di tutta la città alla Comunità.

“Fidenza ha un patto di amicizia, una sorta di gemellaggio, con la Comunità di pace. Questo progetto di sensibilizzazione e di sostegno deve proseguire, perché gli amici colombiani hanno bisogno anche del nostro aiuto per poter sopravvivere alla violenza. Vi ringrazio a nome di tutta la città”, ha detto il sindaco Andrea Massari.

Al termine dell’incontro, Amnesty International ha consegnato ai ragazzi un libro realizzato con le lettere, le foto e i disegni che gli alunni della scuola media “Zani” hanno scambiato con i coetanei della Comunità.